INIZIATIVE STRAORDINARIE A SOSTEGNO DELLE IMPRESE

In questo difficilissimo periodo Garanzia Etica è sempre di più al fianco delle imprese per sostenerle e aiutarle a superare le difficoltà economiche e finanziarie legate all’emergenza Covid-19, con l’obiettivo di poter ripartire, INSIEME, il prima possible.

Anche se non possiamo incontrarci di persona, Garanzia Etica assicura la totale operatività e il massimo livello di assistenza e consulenza.

FINANZIAMENTO LIQUIDITÀ FINO A 30.000 €

Con la conversione in legge del DL LIQUIDITÀ dell’8 aprile 2020 n. 23 sono state introdotte importanti novità riguardanti il finanziamento per liquidità con garanzia statale al 100%.

Le principali novità riguardano:

  • l’ampliamento da 25.000 euro a 30.000 euro dell’importo massimo del finanziamento, comunque non superiore a uno dei due seguenti parametri, alternativi tra loro:
  • il 25% del fatturato 2019

    il doppio della spesa salariale annua per il 2019 o per l'ultimo anno disponibile

  • La durata massima è stata estesa da 72 mesi a 120 mesi (periodo di preammortamento non inferiore a 24 mesi)
  • Possono richiedere il finanziamento anche gli agenti di assicurazione, i subagenti di assicurazione e i broker

All’impresa che ha già ottenuto il finanziamento fino a 25.000 euro con durata massima di 72 mesi, la legge di conversione del DL Liquidità riserva queste opportunità da utilizzare in base alle esigenze aziendali:

  • aumento dell’importo finanziato con un nuovo finanziamento aggiuntivo
  • estensione della durata del finanziamento già ottenuto
  • aumento dell’importo finanziato ed estensione della durata con un finanziamento aggiuntivo.
FINANZIAMENTO PER RIPARTIRE CON FCG E SACE

Con la conversione in legge del DL LIQUIDITÀ dell’8 aprile 2020 n. 23 sono state introdotte novità importanti riguardanti l’accesso al credito delle imprese con i finanziamenti garantiti dal Fondo di Garanzia e da SACE.

FINANZIAMENTO PER IMPRESE CON RICAVI FINO A 3,2 MILIONI DI EURO

La garanzia del Fondo Centrale copre fino al 90% dell’importo, percentuale che può raggiungere il 100% con l’intervento di un Confidi.

Il finanziamento deve essere nuovo e avere le seguenti caratteristiche:

  • durata massima di 72 mesi
  • preammortamento fino a 24 mesi
  • l’importo non può superare uno dei due seguenti parametri, alternativi tra loro:
  • il 25% del fatturato 2019

    il doppio della spesa salariale annua per il 2019 o per l’ultimo anno disponibile. Nel caso di imprese costituite a partire dal 1° gennaio 2019, l'importo massimo del finanziamento non può superare i costi salariali annui previsti per i primi due anni di attività.

FINANZIAMENTO CON GARANZIA FINO A 5 MILIONI DI EURO

La garanzia del Fondo Centrale copre fino al 90% del finanziamento, con un importo massimo per singola impresa fino a 5.000.000 euro.

ll finanziamento deve essere nuovo e avere le seguenti caratteristiche:

  • durata massima di 72 mesi
  • preammortamento fino a 24 mesi
  • importo non superiore a uno dei tre seguenti parametri, alternativi tra loro:

il 25% del fatturato 2019

il doppio della spesa salariale annua per il 2019 o per l'ultimo anno disponibile

il fabbisogno per costi del capitale di esercizio e per costi di investimento nei successivi 18 mesi, nel caso di piccole e medie imprese, e nei successivi 12 mesi, nel caso di imprese con numero di dipendenti non superiore a 499. In questo caso si dovrà presentare una apposita autocertificazione che attesta questo fabbisogno.

SOSPENSIONE RATE FINANZIAMENTI

Le diverse iniziative di “moratoria” sono state adottate dal Governo e dal sistema bancario per ,supportare le imprese che sono state danneggiate direttamente o indirettamente dall'emergenza COVID-19 e che, a causa delle contingenti difficoltà, non sono temporaneamente in grado di adempiere agli impegni finanziari assunti.

Attualmente sono operative tre tipologie di Moratoria:

  • MORATORIA STRAORDINARIA “DECRETO LEGGE CURA ITALIA”
  • MORATORIA SU “INIZIATIVA BANCA”
  • MORATORIA ABI “ACCORDO PER IL CREDITO 2019”

Moratoria Straordinaria “DECRETO LEGGE CURA ITALIA”

Il Decreto Legge n. 18 “CURA ITALIA” art. 56 prevede una “moratoria straordinaria” volta ad aiutare le PMI a superare la fase più critica connessa all’emergenza Coronavirus.

Le PMI, con sede in Italia e classificate in bonis al 17/03/2020, dietro presentazione all’istituto di credito di un’autocertificazione con cui dichiarano di aver subito in via temporanea carenze di liquidità per effetto dell’epidemia Covid-19, possono beneficiare:

  • della sospensione delle rate dei finanziamenti e dei canoni leasing fino al 30/09/2020;
  • della proroga al 30/09/2020 della scadenza dei prestiti non rateali (fidi a scadenza, bullet) con scadenza anteriore al 30 settembre stesso.

È facoltà delle imprese richiedere di sospendere soltanto i rimborsi in conto capitale, continuando a pagare la quota interessi.

La moratoria determina lo spostamento in avanti del piano di ammortamento del finanziamento per un periodo pari alla sospensione accordata.

Moratoria su “INIZIATIVA BANCA”

Oltre alla moratoria straordinaria prevista dal Decreto Legge CURA ITALIA, esistono altre forme di moratorie “interne” concesse direttamente dalle banche. Le imprese, non solo PMI, dietro presentazione all’istituto di credito di un’autocertificazione con cui dichiarano di aver subito in via temporanea carenze di liquidità legate all’emergenza Covid-19, possono beneficiare della sospensione delle rate dei finanziamenti fino a 12 mesi.

Può essere richiesta la sospensione dell’intera rata (quota capitale e quota interessi) o la sospensione della sola quota capitale.

Moratoria ABI “ACCORDO PER IL CREDITO 2019”

In data 6 marzo 2020 è stato siglato l’Addendum all’Accordo per il Credito 2019 (Moratoria ABI) al fine di sostenere le imprese danneggiate dall’emergenza Corona virus.

L’Addendum prevede che le misure di sospensione e allungamento sono estese ai finanziamenti in essere alla data del 31 gennaio 2020 (l’Accordo 2019 si applicava ai finanziamenti in essere al 15 novembre 2018).

Le imprese che hanno subito danni e/o si trovano in una situazione di difficoltà a causa della situazione emergenziale in essere, possono richiedere la sospensione fino a 12 mesi delle rate dei mutui in essere, con corrispondente allungamento del piano di ammortamento per una durata pari al periodo di sospensione. Le rate possono essere già scadute, purché da non più di 90 (novanta) giorni alla data di presentazione della domanda.

Possono usufruire della sospensione le Imprese che alla data della richiesta risultano classificate in bonis presso la Banca e che non presentano in generale esposizioni classificate come non performing o altri eventi pregiudizievoli (ad es. procedure concorsuali o pignoramenti, sequestri, protesti).

La scadenza dell’Addendum viene allineata al 31 dicembre 2020.

SARDEGNA: MISURE PER LE IMPRESE

BANDO REGIONE SARDEGNA
Finanziamenti chirografari a tasso zero per le imprese della filiera
turistica - Scadenza 31/07/2020

L’Assessorato regionale al Lavoro ha pubblicato l’avviso rivolto alle imprese della filiera turistica della Sardegna che hanno subito in via temporanea carenze di liquidità per effetto dell’epidemia Covid-19.

Le PMI che rispondono ai criteri indicati nell’Avviso potranno accedere ai finanziamenti nella forma del prestito chirografario, il cui importo è determinato in proporzione ai costi che l’impresa sostiene per i suoi addetti.

I settori ammissibili sono quelli indicati nella tabella Ateco prevista dalla determinazione regionale n. 973/14300 del 23/04/2020.

Il prestito è a tasso zero e non potrà essere superiore ai 70.000 euro. Il periodo di rimborso è in 6 anni, comprensivo di un periodo di preammortamento pari a due anni.

L'aiuto non è cumulabile con il "Decreto Liquidità". ​

BANDO CCIAA NUORO (scarica bando in .pdf)
Contributi a fondo perduto alle MPMI per l'abbattimento dei tassi di interesse sui finanziamenti

In considerazione dell’emergenza sanitaria da Covid-19 e per contrastare le difficoltà finanziarie delle imprese facilitandone l’accesso al credito, la Camera di commercio di Nuoro ha istituito un contributo a fondo perduto per le MPMI della propria circoscrizione territoriale per l’abbattimento del tasso d’interesse sui finanziamenti.

Il contributo copre il 100% degli interessi corrisposti dall’impresa, fino ad un massimo di 4.000 euro, per i finanziamenti fino a 80.000 euro concessi dagli Istituti creditizi e finalizzati a:

  • esigenze di liquidità
  • consolidamento delle passività a breve
  • investimenti produttivi

Saranno ammesse all’istruttoria solo le domande spedite esclusivamente tramite la specifica procedura indicata nel bando (pdf) entro e non oltre il 31/12/2020.

BANDO CCIAA SASSARI (scarica il Bando in .pdf)
Voucher per la riapertura

La Camera di Commercio di Sassari-Nord Sardegna ha costituito un fondo straordinario di 6 milioni di euro per sostenere le imprese nella volontà di ripartire dopo la chiusura forzata dovuta alla epidemia di Covid-19.

Il Bando è rivolto alle imprese che hanno subito una riduzione dei ricavi di almeno il 50% nel secondo bimestre 2020 rispetto al medesimo periodo del 2019. Le imprese costituite dal 1 maggio 2019 e le imprese stagionali del turismo non sono tenute a dichiarare la riduzione del fatturato del 50%.

Il contributo a fondo perduto sarà erogato sotto forma di voucher alle imprese iscritte al Registro della Camera di Commercio di Sassari e può raggiungere il 70% delle spese ammissibili. Per le imprese individuali l'importo massimo sarà di 3.000 euro, fino a 6.000 euro nel caso la richiesta provenga da una società.

Il voucher può essere richiesto per le seguenti spese connesse alla crisi causata dall'epidemia Covid-19:

  • costi del finanziamento per l’approvvigionamento della liquidità: interessi passivi e costo della garanzia del confidi;
  • acquisto di materiale e servizi per la sanificazione (DPI, barriere protettive, ecc.), la messa in sicurezza dei luoghi di lavoro e dei servizi aperti al pubblico, l'adeguamento alle normative e ai regolamenti nazionali, regionali e comunali;
  • formazione e assistenza tecnica sui temi della riapertura (nuove regole, relazione con la clientela, marketing, comunicazione, coaching, certificazioni, innovazioni digitali ecc..).
  • La domanda dovrà essere presentata esclusivamente con invio telematico dal 18 maggio al 30 giugno 2020.

ITALIA: MISURE PER LE IMPRESE

BANDO INVITALIA “IMPRESA SICURA”:
Rimborso spese acquisto DPI

Con il bando gestito da Invitalia “impresa sicura” è possibile richiedere il rimborso delle spese per l’acquisto di dispositivi ed altri strumenti di protezione individuale, sostenute tra il 17 marzo 2020 e la data di invio della domanda di rimborso.

Impresa SIcura rimborsa l’acquisto di:

  • mascherine filtranti, chirurgiche, FFP1, FFP2 e FFP3
  • guanti in lattice, in vinile e in nitrile
  • dispositivi per protezione oculare
  • indumenti di protezione, quali tute e/o camici
  • calzari e/o sovrascarpe, cuffie e/o copricapi
  • dispositivi per la rilevazione della temperatura corporea
  • detergenti e soluzioni disinfettanti/antisettici

Il rimborso è concesso fino al 100% delle spese ammissibili e fino ad esaurimento delle risorse disponibili pari a 50 milioni di euro. Importo massimo rimborsabile: 500 euro per ciascun addetto dell’impresa, a cui sono destinati i DPI, e fino a un massimo di 150mila euro per impresa.

Le imprese interessate possono inviare la prenotazione del rimborso dall’11 al 18 maggio 2020 attraverso uno sportello informatico dedicato. Le imprese ammesse potranno compilare la domanda di rimborso dal 26 maggio 2020 all’11 giugno 2020 attraverso una procedura informatica che sarà attivata sul sito web di Invitalia.

FOCUS SU MISURE E PROVVEDIMENTI A SOSTEGNO DELLE IMPRESE

In questa sezione si possono trovare le misure e i provvedimenti adottati, gli studi e le analisi realizzate, in relazione all’emergenza Covid-19.

DECRETI GOVERNATIVI A SOSTEGNO DELLE IMPRESE

  • Decreto Legge “CURA ITALIA” 17 marzo 2020, n. 18 (pdf)
  • Decreto Legge “LIQUIDITÀ” 8 aprile 2020, n. 23 (pdf)

CIRCOLARI BANCA D’ITALIA E ABI

  • Raccomandazione Banca d'Italia del 10/4/2020 su Misure di sostegno predisposte dal Governo (pdf)
  • Chiarimenti ABI del 9/4/2020 SU DL LIQUIDITÀ (pdf)
  • Circolare ABI del 06/06/20220 novità introdotte dalla conversione DL Liquidità (pdf)

FAQ del MEF

  • Domande e risposte sulle nuove misure economiche - COVID-19 (link)

RICERCHE E STUDI

  • Banca d'Italia Note COVID-19 (pdf)
  • Cerved "L’impatto del COVID-19 sui settori e sul territorio (pdf)